STOA - STOICI - STOICISMO

 

Apollo

Statua di Apollo nel tempio di Zeus ad Olimpia, Grecia.
L'autore

'Io sono colui che è rientrato per quella porta dalla quale uscirono, perché scacciati, Adamo ed Eva

Il greco io l'ho imparato in Italia, sui banchi del Ginnasio e del Liceo tra il 1956 ed il 1961. Ho ben presente quale eco avessero in me certi versi di Archiloco o di Saffo, e lo stupore e la profonda soddisfazione che provavo nel riconoscermi figlio di Zeus. L'olimpica calma di cui sono capace viene certamente di lì.

Scelsi poi di frequentare una facoltà scientifica e fui dichiarato Biologo prima e Biologo Molecolare poco dopo. Passai gli anni tra il 1969 ed il 1981 in varie Università ed Istituti di ricerca d'Europa, cercando di capire come fosse regolata l'attività di certi geni di un moscerino della frutta. Fra tante cose divertenti, la più divertente di tutte fu di essere il primo ad ottenere cloni di DNA dalla microdissezione di frammenti di cromosomi politecnici; ma devo anche dire che oggi resisterei alla tentazione di spiegare fenomeni complessi sulla base di molecole note, laddove essi non possono essere spiegati che sulla base di molecole che non sono ancora state scoperte. A chi allora mi avesse chiesto che mestiere facevo, avrei risposto: "Il genetista".

Ai miei colleghi questo tipo di attività, ed anche molto meno, apparentemente bastava per dare, come si dice, un senso alla vita. Ma non bastava a me, e diventava sempre più chiaramente un surrogato di quel che cercavo davvero. Che razza di verità è mai quella della Ricerca Scientifica se è prodotta da gente come i ricercatori? E può mai esistere una verità che sia separata dalla felicità e dalla bellezza? Può davvero chiamarsi Scienza qualcosa di tanto lontano dalla felicità? Cos'ho io a che fare con la Pseudocultura?
-'Ma anche se tu la chiami Pseudocultura, le sue scoperte sono molto spesso utili e graziose'-
-'E chi dice che non lo siano? Ma come transito, come alberghi. Giacché cosa impedisce che chi si esprime come Demostene sia sfortunato? Cosa impedisce che chi è insignito di un Premio Nobel sia meschino, pianga, invidi; insomma sia sconcertato, sia infelice? Nulla! Vedi dunque che questi della Pseudocultura sono alberghi di nessun valore ed altro era l'obiettivo'-
Dopo essere stato anch'io autore di almeno un paio di pubblicazioni (*) che, con mia sorpresa, rimangono nella Storia della Biologia, verso la metà degli anni '80 abbandonai dunque la Biologia Molecolare scegliendo di ritrovarmi nudo e solo, ma finalmente confrontato con quella che per me era ed è l'unica e vera Cultura: la Scienza della Felicità.

Bastò dargli una spolverata ed il mio greco riemerse rapidamente. Non affermo di esserne un esperto. Dico soltanto che era quanto serviva a me. Il passo da Socrate ad Epitteto fu mediato dalla casuale lettura del Manuale nella vecchia traduzione di G. Leopardi. Perché dunque lo Stoicismo? Perché soltanto i maestri dell'Antica Stoa hanno saputo trovare la Verità, non sul vivere, ma per vivere bene, e ce ne hanno dato la chiave. Perché Epitteto? Perché Epitteto sta alla filosofia come Einstein sta alla fisica. A chi oggi mi chiede che mestiere faccio, rispondo così: "Come tu ti rallegri di migliorare il tuo fondo e un altro la sua automobile, così io mi rallegro comprendendo di riuscire ogni giorno ad essere felice e bello".

(*) I due lavori scientifici ai quali qui faccio riferimento sono i seguenti:

(1) F. Scalenghe, E. Turco, J.E. Edstrom, V. Pirrotta and M.L. Melli: "Microdissection and cloning of DNA from a specific region of Drosophila melanogaster polytene chromosomes" Chromosoma 82, 205-216 (1981).

(2) M.P. Scott, A.J. Weiner, T.I. Hazelrigg, B.A. Polisky, V. Pirrotta, F. Scalenghe and T.C. Kaufman: "The molecular organization of the Antennapedia locus in Drosophila" Cell 35, 763-776 (1983).

 

Franco

Chiarimenti, suggerimenti e critiche al materiale presente su questo sito possono essere indirizzati a sclfnc43@hotmail.com

Amerenglish

The author

“I am not the man who passes his life in searching, I am the man who finds”

I first learned ancient Greek language on the school desks of my Italian Gymnasium and ‘Liceo’, between 1956 and 1961. I know very well how certain lines of Archilocus’ or Sappho’s poetry echoed within myself, and the astonishment and the deep satisfaction that I felt in recognizing myself as a son of Zeus. The Olympic calm of which I am capable, certainly sprung during those years.
I then chose to attend a Scientific Faculty and was first declared Biologist and Molecular Biologist a few years later. I spent the years between 1969 and 1981 in several European Universities and Research Institutes, trying to understand the regulation of gene activity in Drosophila. Among many other amusing achievements*, the most amusing of all was that of being the first researcher able to get DNA clones from the micro-dissection of polythene chromosomes. But I must add that today I would better resist the temptation of explaining complex biological phenomena on the basis of known molecules, whereas they can be explained only on the basis of molecules that have yet to be discovered. If someone, at that time, had asked me about my job, my answer would have been: “I am a geneticist.”
This kind of activity, and even much less than this, was apparently enough to give, so to speak, a sense to the life of my colleagues. But it was not at all enough to me, and more and more clearly it was becoming a substitute of what I was really looking for. What kind of Truth is the Truth of scientific research, if people like the researchers produce it? And can a Truth ever exist, that is separated from happiness and beauty? Towards the middle of the ’80s, I therefore dropped Molecular Biology and chose to find myself naked and alone, but eventually confronted with the Science that for me was, and still is, the only one and true Science: the Science of Happiness.
A slight brushing of its dust was sufficient to allow my Greek to quickly re-emerge. I will never say that I am a Greek scholar; I only say that it was what I needed. The step from Socrates to Epictetus was brought about by the accidental reading of Epictetus’ Handbook in the old Italian translation of G. Leopardi. Why, therefore, the ancient Stoicism? Because only the Masters of the ancient Stoicism have found the Truth, not about living, but for living well, and have given us the key to it. Why, therefore, Epictetus? Because, in my opinion, Epictetus is to Philosophy what Einstein is to Physics. To the fellows who today ask me about my job, I can give this answer: “Like you are glad to improve your fund, and another is glad to improve his car, so I am glad to understand that every day I improve myself and that every day I am able to be happy and beautiful.”

(*) In particular I am referring here to two scientific papers:

(1) F. Scalenghe, E. Turco, J.E. Edstrom, V. Pirrotta and M.L. Melli: "Microdissection and cloning of DNA from a specific region of Drosophila melanogaster polytene chromosomes" Chromosoma 82, 205-216 (1981)

(2) M.P. Scott, A.J. Weiner, T.I. Hazelrigg, B.A. Polisky, V. Pirrotta, F. Scalenghe and T.C. Kaufman, "The molecular organization of the Antennapedia locus in Drosophila" Cell 35, 763-776 (1983).

 

 

 
 
MISCELLANEA STOICA

 

1) 192 UNITED STATES OF STOICISM
Io so che in ciascuno degli Stati del Mondo (e la lista ufficiale delle Nazioni Unite ne registra attualmente 192) esiste almeno una persona che comprende perfettamente cosa sia lo Stoicismo, usa sistematicamente la diairesi ed è quindi capace di essere 'pace vivente'.

 

Copertina United States of Stoicism

 

2) TACCUINO INDIANO (1998-1999)
Le mie note di un viaggio in India della durata di circa sei mesi nel corso del quale, partendo da Nuova Dehli, ho attraversato tutta l'India centrale e meridionale.
Con una postilla finale che documenta il consuntivo economico del viaggio.

 

3) OMAGGIO AI CINICI
Socrate, i Cinici, gli Stoici ed Epitteto.
3.1) Diogene Laerzio: 'Vite dei filosofi' Libro VI
3.2) Epitteto: 'Diatribe' Libro III, Capitolo XXII
3.3) Flavio Claudio Giuliano (detto l'Apostata): 'Ai Cinici ignoranti della natura delle cose'

 

4.A) LA FILOSOFIA STOICA DI EPITTETO IN CiNQUE DIALOGHI
-Ma non sono un erudito?- Ed a che scopo ti erudisci? Schiavo! Non è per essere sereno? Non è per essere stabile? Non è per stare e tragittartela in armonia con la natura delle cose? Cosa impedisce che chi ha la febbre abbia l'egemonico in armonia con la natura delle cose? Qua è il controllo della faccenda, la valutazione di chi fa filosofia.
4.A.1) La Proairesi
4.A.2) Medea: Diairesi, Antidiairesi e il Giudice Misterioso
4.A.3) La Diairesi in atto
4.A.4) La Natura delle Cose
4.A.5) Gige: Diairesi e Controdiairesi, Bene e Male

 

CopDialoghi

4.B) THE STOIC PHILOSOPHY OF EPICTETUS IN FIVE DIALOGUES
We will never change things by simply fighting the existing reality. To change something we must build a new model that makes the existing model obsolete. This is what I did.
4.B.1) The proairesis
4.B.2) Medea: Diairesis, Antidiairesis and the Mysterious Judge
4.B.3) The Diairesis at work
4.B.4) The Nature of Things
4.B.5) Gyges: Diairesis and Counterdiairesis, Good and Evil

 

5) LEGGENDO EPITTETO
La filosofia stoica è la sola filosofia esistente la cui essenza sia né moralistica né normativa. Come una buona madre, essa ci insegna a riconoscere null'altro che quanto ineluttabilmente dispone la nostra natura di uomini, ed educa alla diairesi quella sola facoltà che in noi è comprensione e scienza di noi stessi e delle cose che accadono, ossia la proairesi. Alcune delle mie note di lettura dell'opera di Epitteto.

 

6) OMAGGIO A SOCRATE
Diogene Laerzio, Platone e Senofonte parlano di Socrate. Con dei testi sul suo 'démone' e la 'proairesi' di Epitteto, nei quali Socrate parla in prima persona.
6.1) Diogene Laerzio 'Vite dei filosofi' Libro II
6.2) Platone 'Apologia di Socrate'
6.3) Senofonte 'Apologia di Socrate'
6.4.A) Socrate ha mai detto: 'So di non sapere nulla?'
6.4.B) Did Socrates ever say: 'I know that I know nothing?'
6.5) Démone e Proairesi
6.6) Atopia e Immobilità di Socrate

 

7) DE SERVO DEO ET DE LIBERO HOMINE
Epitteto ‘Diatribe’ III,13,14-15. “E qualora <la Materia Immortale> non procuri più il necessario, essa dà il segnale della ritirata, apre la porta e ti dice 'Vieni!'. Dove? A nulla di tremendo, ma là onde nascesti; a quanto è amico e congenere, agli elementi. Quanto v'è in te di fuoco torna in fuoco; quanto di terra, in terra; quanto di pneuma in pneuma e quanto d'acqua, in acqua. Alcun Ade non v'è, non v'è Acheronte, non v'è Cocito né Piriflegetonte”.

 

8) PANEZIO di RODI: LO STOICISMO COME UN IMPERIALISMO?
Un tentativo tanto sofisticato quanto vano di fondazione e giustificazione filosofica dell'imperialismo romano.

 

9) DIOGENE LAERZIO: 'VITE DEI FILOSOFI' LIBRO VII
Il libro dedicato alla vita e alle dottrine degli antichi Stoici.

 

10) MUSONIO RUFO: LO STOICISMO COME UNA SOLENNE PREDICA'?
Questa pagina contiene una breve biografia di Musonio Rufo, alcune precisazioni sul Testo delle sue 'Diatribe' e sulla loro Traduzione. Da questa pagina, chi vuole può accedere alla mia traduzione in italiano dell'opera di colui che fu maestro di Epitteto.

 

MUSONIO RUFO

 

11) TUTTO CIO' CHE ARISTOTELE CHIAMA 'PROAIRESI' E LA 'PROAIRESI' DI EPITTETO SONO LA STESSA COSA?
Fondamentale introduzione ad una parola chiave dello Stoicismo.
11.1) La 'Proairesi' secondo Aristotele
11.1.1) Etica a Nicomaco
11.1.2) Etica a Eudemo
11.1.3) Magna Moralia
11.2) La 'Proairesi' secondo Epitteto

 

12.A) SULLA ASIMMETRIA NATURALE CHE PERMETTE ALLA INFELICITA' DI VINCERE LA GARA CONTRO LA FELICITA' PER 3 A 1
A noi è davvero 'matrigna' la Natura? E quanto ci è 'matrigna'? Invarianza della natura umana e invarianza della velocità della luce, ossia perchè l'infelicità (leggi il vizio) vince 3-1 contro la felicità (leggi la virtù) e perchè Leopardi ha ragione per il 75% e torto per il 25%.

12.B) ON THE NATURAL ASIMMETRY THAT ALLOWS UNHAPPINESS TO WIN 3 TO 1 THE GAME AGAINST HAPPINESS
Epictetus in the field of 'proairetic things' and Einstein in the field of 'aproairetic things' point to the existence of an 'absolute' to which everything else is 'relative'.

 

13) DIONE CRISOSTOMO: LO STOICISMO COME UNA FACCENDA DA 'TALK SHOW'?
Per toccare con mano quale sia la differenza tra la filosofia e la retorica.

 

14) PILOTINE STOICHE
Nove modi per viaggiare e vivere bene in questo mondo.
14.2) Libertà
14.3) Azione di successo
14.4) Educazione alla Diairesi
14.5) Felicità
14.6) Natura delle Cose
14.7) Giustizia
14.8) Saggezza
14.9) Virilità
14.10) Temperanza


15.A) SINOSSI DEI TERMINI 'PROAIRESI', 'PROAIRETICO' ED 'APROAIRETICO' IN EPITTETO
Come dovetti viaggiare fino in Niger per sapere una certa cosa su Epitteto.
15.A.1) Proairesi
15.A.2) Proairetico (aggettivo)
15.A.3) Proairetico (agg. sostantivato)
15.A.4) Aproairetico

15.B) SYNOPSIS OF THE TERMS 'PROAIRESIS', 'PROAIRETIC' AND 'APROAIRETIC' IN EPICTETUS
A small contribution for a better understanding of the philosophy of Epictetus.
15.B.1) Proairesis
15.B.2) Proairetic (adjective)
15.B.3) Proairetic (as a noun)
15.B.4) Aproairetic
With the title - ‘Proairesis’, ‘Proairetic’ and ‘Aproairetic’: synopsis of all the passages containing these terms in the ‘Discourses and the Manual’ of Epictetus - a revised and expanded version of this text has been published in the
International Journal of Philosophy Vol. 3, No. 3, 2015, pp. 24-33
http://www.sciencepublishinggroup.com/journal/paperinfo.aspx?journalid=204&doi=10.11648/j.ijp.20150303.11

 

16.A) PLUTARCO: 'SULLE CONTRADDIZIONI DEGLI STOICI'
Una voce coeva a quella di Epitteto ed accesamente ostile allo Stoicismo.

16.B) PLUTARCO: 'SUI CONCETTI DI COMUNE BUONSENSO. CONTRO GLI STOICI'
Cosa intende Plutarco per buonsenso?

16.C) PLUTARCO: 'GLI STOICI DICONO COSE PIU' PARADOSSALI DI QUELLE CHE RACCONTANO I POETI'
Plutarco tra Stoici e Poeti

 

17) POSIDONIO di APAMEA: L'ENCICLOPEDISMO COME UNO STOICISMO?
Il PlatonAriStoicismo.

 

18) EPITTETO: UN INDICE RAGIONATO
Questa è la pagina introduttiva all'Indice ragionato di 73 termini filosofici di particolare rilievo nell'opera di Epitteto.


19) MY INTERVIEW ON STOICISM OF MARCH 1, 2013
With the title ‘Epictetus: Diairesis and Contradiairesis’ a revised and expanded version of this interview has published in the Journal ‘PROMETEUS’ Ano 7, Numero 15, Janeiro-Junho 2014, E-ISSN: 2176-5960

 

20.A) GIACOMO LEOPARDI STOICO?
20.A.1) Il 'Manuale' di Epitteto tradotto da Leopardi
20.A.2) Il 'Rimario completo' dei 'Canti'
20.A.3) Isocrate 'A Demonico' in doppia traduzione: la mia e quella di Leopardi
20.A.4) Isocrate 'A Nicocle' in doppia traduzione: la mia e quella di Leopardi
20.A.5) Isocrate 'Nicocle o i Ciprioti' in doppia traduzione: la mia e quella di Leopardi
20.A.6) Isocrate 'Areopagitico' in doppia traduzione: la mia e quella di Leopardi

20.B) GIACOMO LEOPARDI COME NON VE LO IMMAGINATE
'Il chiuso morbo' è una biografia che offre una nuova e sorprendente interpretazione dell'infanzia e dell'adolescenza (1798-1816) del più celebre traduttore italiano del 'Manuale' di Epitteto.
Questo mio libro è stato segnalato dalla giuria del XXVI 'Premio Calvino' (2013) con la seguente motivazione:
Franco SCALENGHE, Il chiuso morbo
«per l’inedito punto di vista, l’estrema perizia stilistica e l’ironia con cui vengono dipinte la fanciullezza e l’adolescenza di Leopardi»

Chiuso morbo

 

21) GIORNALE DELL'EDIFICAZIONE DI UNA CASA IMMAGINARIA

 

22.A) LA FENOMENOLOGIA DELLA PROAIRESI: L'IDENTITA' DI EULERO E LA SCIENZA DELLA FELICITA
La Proairesi umana, capace com'è sia del bene che del male, si presta ad essere trattata in termini matematici come una funzione esponenziale complessa.

22.B) THE PHENOMENOLOGY OF PROAIRESIS : EULER's IDENTITY AND THE SCIENCE OF HAPPINESS
Human proairesis can be mathematically treated as a complex exponential function.
With the title ‘About the arithmetic and the geometry of human proairesis and the natural asymmetry   by which unhappiness wins the game against happiness 3 to 1’ a revised and expanded version of this text has been published in the
International Journal of Philosophy Vol. 3, No. 6, 2015, pp. 72-82
http://www.sciencepublishinggroup.com/journal/paperinfo?journalid=204&doi=10.11648/j.ijp.20150306.14

 

23) DIARIO DEL GIRO DEL MONDO (1999-2000)
Io ho da dirti solo questo, che chi ignora chi è, per che cosa è nato, in che sorta di ordine del mondo e con quali soci, e quali sono i beni ed i mali, il bello ed il brutto; che non comprende né un ragionamento né una dimostrazione né cos'è vero né cos'è falso e neppure può distinguerli; che non desidererà, non avverserà, non impellerà, non progetterà, non assentirà, non dissentirà, non sospenderà il giudizio in armonia con la natura delle cose: in totale andrà in giro sordo e cieco reputando di essere qualcuno, mentre è nessuno.
Con una parte finale 6 che documenta il consuntivo economico del viaggio.

 

24) ATENEO di NAUCRATI
I Frammenti sugli Stoici presenti nell'opera di Ateneo 'I deipnosofisti'

 

25.A) SINOSSI DEI DUE DIVERSI SIGNIFICATI DEL SOSTANTIVO 'NATURA'' NELL'OPERA DI EPITTETO
La sostanziale differenza tra 'natura' e 'natura delle cose'.

25.B) ABOUT NATURE AND THE NATURE OF THINGS IN EPICTETUS
The substantial difference between 'nature' and the 'nature of things' in the philosophy of Epictetus.

 

26.A) SINOSSI DEI DUE DIVERSI SIGNIFICATI DEL SOSTANTIVO 'EDUCAZIONE'' NELL'OPERA DI EPITTETO
La sostanziale differenza che secondo Epitteto intercorre tra 'educazione' (termine equivoco e che si presta a significare qualunque cosa) ed 'educazione alla diairesi' ovvero alla 'natura delle cose' (termini il cui significato non si presta ad alcun equivoco).

26.B) SYNOPSIS OF THE TWO DIFFERENT MEANINGS OF THE WORD ' 'EDUCATION'' IN THE WORKS OF EPICTETUS
The substantial difference between the 'Encyclopedic Education' and the 'Education to the Nature of Things' (i.e. to 'Diairesis') according to Epictetus.

 

27) 'HOMO SAPIENS' OR 'HOMO PROAIRETICUS''?
The dramatic difference between Epictetus and other Stoics in the frequency of use of the terms ‘hegemonic’ and ‘proairesis’.

 

28) SYNOPSIS OF ALL THE PASSAGES CONTAINIG THE TERMS 'DESIRE' AND 'AVERSION'' IN THE WORKS OF EPICTETUS
Human Desires and Aversions are deeds of our Proairesis.



 

 

 
 
 
Copyright (c) 2006 My Education Website. All rights reserved.